6-energia

Produzione di energia e rischi connessi

Il futuro dell’energia e dei rischi ad essa associati è legato non solo allo sviluppo tecnologico, ma anche all’impatto ambientale e sociale e alle conseguenze economiche e finanziarie. Infatti non è possibile pensare a trasformazioni ed approvvigionamenti energetici che non abbiano la probabilità di alimentare potenziali rischi per la popolazione, e per l’ambiente in generale. Quindi, dato che non è possibile immaginare soluzioni che abbiano rischio zero, l’obiettivo deve essere quello di rendere ogni comunità capace di operare delle scelte che comportino dei rischi “accettabili”.

no-risk-no-energy
È proprio questo il concetto dietro lo slogan No Risk No Energy sul quale si fonda l’attività della ricerca di AMRA nel settore dell’energia e dei rischi ad essa connessi.


L’originalità dell’approccio di AMRA è garantito dall’ampio spazio assicurato a linee di ricerca rivolte da un lato all’identificazione degli impatti ambientali e sociali correlati all’esplorazione ed allo sfruttamento di fonti energetiche non rinnovabili e, dall’altro, alla identificazione dei fattori socio-economici che influenzano l’accettazione di nuove tecnologie a supporto della transizione verso sistemi energetici low-carbon.


LE COMPETENZE DI AMRA

     
RICERCA DELLE FONTI ENERGETICHE
- energia geotermica
- idrocarburi
- bio-energie
IMPATTI AMBIENTALI DELLE FONTI DI ENERGIA
- idrocarburi non convenzionali
- idrocarburi convenzionali
- geotermia
- energia idroelettrica
- nucleare
- fotovoltaico
- eolico
EFFICIENZA ENERGETICA


LINEE DI RICERCA DI AMRA E STRUMENTI DISPONIBILI
  • Ricerca delle fonti energetiche: idrocarburi e geotermia
    Indagini geofisiche (sismica a riflessione con Vibroseis, metodi elettromagnetici, gravimetrici e magmatici).
  • Energia da rifiuti
    Ricerca applicata e trasferimento tecnologico in tutti i settori tecnici e di gestione relativi a cicli di rifiuti urbani e industriali. Le attività di ricerca sono supportate da un GASSIFICATORE PILOTA per combustibili da rifiuti, un'apparecchiatura per valutare l'esplosività delle sostanze utilizzate nei processi industriali energetici, e da un laboratorio integrato “CARMA” per l'analisi degli oligoelementi.
  • Transizione verso sistemi energetici low-carbon
    Ricerca applicata al tema della transizione verso sistemi energetici più sostenibili, valutando i fattori socio-economici che influenzano l’accettazione delle nuove tecnologie. In particolare AMRA sviluppa metodi per identificare la rilevanza e consistenza di varie barriere legate al cambiamento del comportamento energetico di tutti gli attori coinvolti in un sistema energetico.
  • Sismicità indotta e/o innescata causata dallo sfruttamento geotermico e dall’estrazione degli idrocarburi
  • Messa a punto di sistemi di allerta per eventi indotti da attività antropogeniche e per eventi idrometeorologici
  • Valutazioni di impatti ambientali
    Analisi di inquinamento e contaminazione delle risorse idriche, superficiali e sotterranee dei suoli, atmosferiche e dinamica dei processi associati. AMRA dispone di attrezzature per la misurazione e caratterizzazione di particelle di polvere inferiori al micron, di un laboratorio di analisi e simulazione per la caratterizzazione e il ripristino del suolo. Può inoltre condurre analisi finalizzate alla valutazione degli impatti da rumore, traffico, incidenti industriali, trasformazioni paesaggistiche o che incidono sul benessere delle comunità.
Annamaria Criscuolo, Alexander Garcia-Aristizabal, Raffaella Russo
In corso
  1. SHEER: Shale Gas Exploration and Exploitation Induced Risk
  2. EPOS: European Plate Observing System – WG10: European Plate Observing System
  3. ARGO: Monitoraggio di piattaforme offshore per l'estrazione di idrocarburi
  4. RELUIS 2015: Rischio simico indotto
  5. VIGOR: Valutazione del potenziale geotermico delle Regioni convergenza
Conclusi
  1. GEISER: Geothermal Engineering Integrating Mitigation of Induced Seismicity in Reservoirs
  2. GAIA: Geotermia Avanzata per Impianti Autonomi
  3. ReLUIS 2014: Early Warning e Rischio Sismico Indotto