Villaggio preistorico dell'Età del bronzo in località Croce del Papa – Nola

Inizio Progetto: 6 maggio 2011
Fine Progetto: 6 agosto 2011

Ente Finanziatore
Regione Campania

Responsabile AMRA
Mauro Di Vito, INGV

PARTNER
– UninaFII
– INGV

Amra ha realizzato per la Regione Campania uno studio per la definizione dello schema geologico e del sistema idrogeologico superficiale dello scavo del “Villaggio del bronzo antico” di via Croce del Papa – Nola, finalizzato all’individuazione dei possibili interventi tecnici per l’abbattimento della superficie piezometrica in relazione alla tutela ed alla fruizione del bene archeologico
Nell’area sita nel Comune di Nola in località “Croce del Papa”, è ubicato un sito archeologico di rilevante interesse, nel quale sono state riportate alla luce vestigia dell’età del Bronzo. Sul fondo dello scavo, posto a 6.9 m dal p.c. e delimitato da pareti subverticali, sono stati portati in luce, infatti, i resti di 3 capanne del Bronzo Antico sigillati dai depositi cineritici dell’eruzione vesuviana delle Pomici di Avellino, avvenuta circa 3.700 anni fa.
Attualmente, però, lo scavo risulta sempre parzialmente sommerso ,a causa dell’innalzamento locale del livello di falda, verificatosi a partire dal 2005, probabilmente connesso con la dismissione e/o la riduzione degli emungimenti dai campi pozzi a servizio di Napoli e del Vesuviano (Lufrano, ARIN) e dei grandi impianti industriali nel triangolo Napoli - Nola – Maddaloni.
Nello studio di fattibilità realizzato da Amra vengono proposte due differenti soluzioni per risolvere il problema dell’innalzamento della falda nello scavo:
  1. aggottamento dell’acqua di falda con impianto di pompaggio;
  2. confinamento della falda attraverso la realizzazione di un diaframma plastico.
Per le soluzioni proposte sono state definite le caratteristiche delle opere da realizzare ed è stata effettuata una valutazione preliminare dei costi.